Azione Famiglie Nuove

STORIE DI FUTURO

Amber del Pakistan: “Il mio sogno? diventare medico…”

da | Mag 28, 2024

Ho sognato di diventare medico fin dall’infanzia ma, a causa dei problemi finanziari della mia famiglia, sembrava impossibile. Grazie al vostro aiuto ho potuto studiare e dopo il liceo mi sono impegnata al massimo  per ottenere buoni voti ed essere ammessa ad un test per ottenere una borsa di studio. Mentre studiavo per la preparazione a questo test, ho lavorato  per un anno come insegnante di biologia e poi finalmente ho potuto accedere al test per la borsa di studio, e l’ho vinta. Dovevo comunque versare 200.000 PKR all’anno. Un’impresa titanica! Ma non ho perso la speranza, ho affidato tutto a Dio, chiedendo  la via da percorrere.

Non potevo chiedere ai miei genitori, che si stavano già occupando degli studi dei miei fratelli più piccoli. Inoltre durante il primo anno di medicina, mia madre ha avuto un infarto. In quel momento la mia famiglia aveva bisogno di aiuto per andare avanti. Ho dato i miei risparmi alla mia famiglia, essendo la figlia maggiore. Ho avuto poi la possibilità di insegnare agli studenti in una scuola serale come tutor a bambini e ragazzi del nostro quartiere piuttosto povero. Fisicamente non è stato facile. Al mattino andavo all’Università. La sera mi mettevo a insegnare. Dopodiché, c’erano da svolgere anche compiti e progetti per portare avanti i miei studi. Le ore di sonno erano poche.

Attualmente frequento il quarto anno di medicina. Sto studiando per diventare dottore in fisiatria. Oltre a insegnare ai miei studenti le materie del programma didattico, li accompagno nel loro percorso di studi instillando in loro la motivazione a lavorare sodo e raggiungere i loro obiettivi. Cerco spronarli a  puntare in alto e contribuire così a un miglioramento sociale del nostro quartiere.

Scopri il progetto di Sostegno a distanza in Pakistan

CLICCA QUI

ALTRE STORIE DI FUTURO

Gli occhiali nuovi di Svitlana

Gli occhiali nuovi di Svitlana

Svitlana è una maestra di matematica.  La guerra in Ucraina ha bruscamente interrotto la sua vita, costretta a vivere lontana dalla sua città e dai suoi alunni. Ma anche una visita oculistica può diventare un momento di speranza per guardare con più chiarezza al futuro.