Azione Famiglie Nuove

STORIE DI RELAZIONE

Nuova fiducia e speranza per Mohammad

da | Gen 10, 2024

Mohammad ‘Atfi ha 14 anni e proviene da una famiglia a basso reddito. Il padre lavora per un venditore di verdure, la madre è casalinga. Hanno 5  figli.

Già era difficile la sua condizione familiare, inoltre Mohammad  ha perso la vista in quinta elementare a seguito di un incidente avvenuto mentre giocava con un suo amico. Gli occhiali che portava rompendosi hanno causato lesioni gravi agli occhi. Nonostante sia stato sottoposto a diverse cure e interventi, al momento non ha avuto ancora miglioramenti per quanto riguarda la vista. Però nel 2022 è entrato a far parte del “Centro Generazione di Speranza”. E qualcosa è iniziato a cambiare per lui.

Ha cominciato col sentirsi sempre più sicuro e a suo agio con i suoi amici e i suoi insegnanti. I suoi compagni gli stanno vicino, e lo aiutano a salire e scendere le scale, lo assistono nelle attività e in qualsiasi cosa lui abbia bisogno. Il professore Shadi si prende cura di lui e gli ha consentito di usare la macchina da scrivere, agevolando la partecipazione alle lezioni di matematica e scienze sociali. Anche l’insegnante Nairouz, per Mohammad è “un angelo che lo fa sentire importante”. Per tutti l’arrivo di Mohammad in classe, è stato un dono nel senso che la sua presenza ha invitato ognuno a essere più responsivo, nel creare  clima di famiglia che contraddistingue il Centro, e di cui il primo a beneficiarne è proprio Mohammad.

Raccontano dal progetto: “Abbiamo notato un notevole miglioramento dal punto di vista psicologico in Mohammad  e del suo impegno scolastico proprio per questo suo sentirsi a casa nel Centro. Inoltre, c’è stato un crescente aumento del suo interesse per l’apprendimento e la conseguente partecipazione a tutte le attività. Per questo, la sua autostima è migliorata come la fiducia in se stesso, tanto che si è persino lasciato coinvolgere in una rappresentazione teatrale con i suoi compagni ed era così entusiasta da volerla presentare lui nel recital finale”.

Tutto questo è motivo di gioia per tutti noi del Centro “Generazione di speranza” e gratitudine per quanti ci aiutano a continuare ad offrire supporto scolastico a bambini e ragazzi di Homs!

SOSTIENI IL DOPOSCUOLA DI HOMS – SEMI DI SPERANZA

ALTRE STORIE DI RELAZIONE

Una sorpresa continua

Una sorpresa continua

Chang Mai, Tiziana e Daniele incontrano la bambina sostenuta a distanza e la comunità del progetto Thailandia

Un anno di noi

Un anno di noi

Felice e Costanza raccontano il loro primo anno di famiglia. Mille emozioni, momenti belli e difficili, vissuti nella consapevolezza della scelta adottiva.

Chernihiv: città di leggende e di forza

Chernihiv: città di leggende e di forza

Iryna è una fotografa che, come tutti gli ucraini, fino a febbraio viveva una vita ordinaria, pianificando servizi fotografici e nuovi progetti, ma il 24 febbraio 2022 ha cambiato tutto.