Azione Famiglie Nuove

Uruguay Barrio Borro

Il progetto di Sostegno a Distanza 2URBO è nato nel 2001 dalla collaborazione tra AFN e l’associazione civile uruguayana “Comunión para el Desarrollo Social (CODESO)”, che dal 1993 opera per promuovere lo sviluppo integrale dei minori. Questa azione si inserisce nei programmi regionali e statali di contrasto alla povertà, e si attua in maniera differenziata nei 3 centri fondati dall’associazione a Montevideo: il CAIF-Centro di Assistenza Integrale all’Infanzia e alla Famiglia (per bimbi da 0 a 3 anni e i loro genitori/tutori); il CLUB DE NIÑOS (per bambini dai 5 ai 12 anni), e il CENTRO JUVENIL (per adolescenti dagli 11 ai 18 anni).  

DEFINIZIONE DEL CONTESTO ECONOMICO E SOCIALE 

L’Uruguay ha un sistema economico ben sviluppato, che grazie alla stabilità politica e al lavoro di ricostruzione nazionale dopo la dittatura dei militari, è riuscito a crescere in modo significativo dal 2003 al 2019. Tale crescita, trainata dall’aumento dei consumi e delle esportazioni, ha mitigato l’impatto socioeconomico del Covid-19. Tuttavia, la disoccupazione si attesta al 10,8%, e la povertà interessa il 10,6% della popolazione, colpendo in particolare gruppi etnici minoritari (afrodiscendenti) e i bambini sotto i 6 anni. La forte inflazione minaccia il potere di acquisto delle persone. In generale, persistono ancora importanti disparità sociali ed economiche, a causa di limitazioni strutturali che impediscono al Paese di colmare ulteriormente i divari di sviluppo. Tra i fattori più rilevanti figurano i ritardi nei risultati scolastici, la debole integrazione nel commercio globale, un ambiente non sufficientemente competitivo, i mercati finanziari superficiali e un’inflazione cronicamente elevata. 

 

POSIZIONE GEOGRAFICA 

Montevideo, capitale dell’Uruguay, conta circa 1,3 milioni di abitanti, equivalenti a un terzo della popolazione nazionale. Il progetto si svolge nel quartiere Unidad Casavalle, uno dei più poveri della città. Nato sulle rive del fiume Casavalle per accogliere la manodopera rurale destinata alle industrie di concerie e macelli, a seguito del declino di questo settore, il quartiere ha vissuto un parallelo declino economico e sociale, che ha portato alla formazione di numerosi insediamenti caratterizzati da condizioni di vita precarie e un alto tasso di criminalità. Oggi nel quartiere convivono una classe media con un tenore di vita dignitoso, ed una molto povera. 

COMPOSIZIONE E STRUTTURA DEL PROGETTO 

Il Centro si estende su un terreno di 3 ettari, e dispone di 5 strutture ampie, ventilate e luminose, e di aree verdi. Un primo edificio ospita il Club de Niños e il Centro Juvenil, ha 3 saloni polifunzionali, una sala informatica, una biblioteca, un dispensario medico, una sala docenti, la segreteria, bagni e spogliatoi. Il CAIF si trova invece in un edificio a parte. Le altre strutture dispongono di: una sala da pranzo, due saloni polivalenti, un’ampia cucina abitabile, un laboratorio di falegnameria, un magazzino, un salone per la plastica, e uno spazio semi-aperto. All’esterno ci sono due campi da gioco, un campo polisportivo in costruzione e un campo da calcio. Ogni centro ha il proprio staff operativo, che complessivamente ammonta a 32 dipendenti, fra assistenti sociali, psicologi, educatori, personale amministrativo e di manutenzione. 

ATTIVITÀ E SERVIZI IMPLEMENTATI 

Nel CAIF: 

  • Laboratori tematici: di psicomotricità, stimolazione opportuna, canto, ludici
  • Progetto biblioteca
  • Pasti

 Nel Club de Niños: 

  • Corsi di recupero scolastico
  • Passeggiate didattiche
  • Laboratori tematici: di inglese, informatica, espressione corporale, audiovisivo, nuoto, ludici
  • Un pasto al giorno

 Nel Centro Juvenil: 

  • Laboratori tematici di: studio, comunicazione, artigianato, arte, musica, igiene
  • Un pasto al giorno

 BENEFICIARI DELL’AZIONE 

Il progetto coinvolge circa 200 minori e 350 adulti, tra genitori e tutori. I beneficiari vengono selezionati fra le famiglie più vulnerabili del territorio attraverso dei colloqui e delle visite familiari. 

 AZIONI 

  • Sostegno al progetto

Si tratta di un impegno continuativo a supporto di un programma alimentare, scolastico-formativo e igienico sanitario rivolto all’intero gruppo dei minori e delle loro famiglie che rientrano nel progetto di AFN. 

  • Donazioni

Si tratta di versamenti a cadenza e importo liberi, a supporto di un programma alimentare, scolastico-formativo e igienico sanitario rivolto all’intero gruppo di minori e delle loro famiglie che rientrano nel progetto di AFN. 

 COSA PUOI FARE TU 

  • Sostegno al progetto con impegno annuale di Euro 336,00;

Causale “Nuovo sostegno  2URBO-Uruguay” e nei successivi versamenti “rinnovo sostegno 2URBO-Uruguay” 

  • Donazioni – Causale “Donazione progetto  2URBO-Uruguay

AGGIORNAMENTI SUL PROGETTO: