Azione Famiglie Nuove
Accoglienza persone ucraine a Loppiano

Accoglienza persone ucraine a Loppiano

Una famiglia ucraina fuggita dalla guerra nel proprio paese è ospitata attualmente in Toscana, nella cittadella  di Loppiano, ed è stata inserita in un progetto di accoglienza che a tre mesi dal suo inizio sta dando ottimi frutti sul piano dell’integrazione.

Il fondamentale supporto dato dal Coordinamento emergenze del movimento dei Focolari, AMU, AFN, non solamente ha fornito i mezzi per affrontare le spese e le esigenze concrete della famiglia ospitata ma, come auspicato, ha effettivamente innescato un nuovo processo nel loro inserimento nella realtà locale e italiana.

Tale processo di inserimento ed integrazione nel territorio è, inoltre, sempre ampiamente supportato dal lavoro gratuito portato avanti dal “Comitato di Accoglienza Ucraini a Loppiano” e da vari volontari che mettono a disposizione il loro tempo e risorse.

A momenti spontanei e informali, si affiancano momenti settimanali strutturati di confronto, dialogo e crescita personale oltre che un momento formale e ufficiale di verifica di quello che è lo stato di progresso del percorso di valorizzazione dei talenti personali, reciprocità, emancipazione e auto sostenibilità familiare.

Non appena iniziato il percorso di accoglienza si è provveduto all’iscrizione per i due figli più grandi ad una serie di attività sportive, che hanno portato all’inserimento di entrambi i alla squadra di pallavolo e a quella di calcio. Tramite l’adesione alle attività sportive si è potuto far partecipare durante il periodo di giugno di quest’anno, entrambi i ragazzi a uno dei Centri Estivi organizzati sul territorio: il Summer Multisport gestito dall’Associazione A.P.D. Gruppo sport e cultura di Incisa.

Un importante passo è stato l’iscrizione dei tre figli più grandi alla scuola pubblica italiana. Infatti, nell’eventualità che la loro permanenza sul territorio italiano possa protrarsi, a fine maggio i tre bambini sono stati iscritti rispettivamente in terza media, in seconda elementare ed alla scuola dell’infanzia

Inoltre, i fondi stanziati hanno permesso ad una delle figure genitoriali del nucleo di frequentare un corso on line di cucito a macchina e di acquistare una macchina “taglia-cuci” con cui ha potuto fare pratica in vista anche di un colloquio di lavoro per un laboratorio che prevedeva la necessità di dimostrare una certa manualità nel cucito. Tale corso on line rilascerà un attestato che servirà anche per un futuro lavoro in Ucraina.

Tramite l’aiuto economico arrivato dal coordinamento emergenze, si è potuto procedere all’attivazione del percorso burocratico per la regolarizzazione dei documenti, necessari alla permanenza sul territorio italiano, conclusosi con l’ottenimento dei permessi di soggiorno.

Attualmente la famiglia vive in Italia ed è seguita e supportata, oltre che economicamente grazie ai contributi raccolti dal Coordinamento emergenze MDF, AFN e AMU, anche quotidianamente dall’associazione P.A.M.O.M. – Pia Associazione Maschile Opera di Maria sede operativa di Loppiano.

I fondi raccolti dal coordinamento emergenze per il progetto permettono la copertura di varie spese tra cui il pagamento delle utenze e anche il supporto per le esigenze di mobilità per la spesa settimanale, per le attività extrascolastiche, per le cure mediche specialistiche, per la regolarizzazione della loro presenza sul territorio e per tutte le altre spese.

Questi aiuti importantissimi permettono a questa famiglia in fuga, di poter ricostruirsi una vita sul nostro territorio, in attesa che si possano ricreare le condizioni all’interno del loro Paese per dare loro la possibilità di scegliere un eventuale ritorno a casa.