Azione Famiglie Nuove

Venezuela “Paso Paso”

Nel 2002, un gruppo di professionisti ed alcuni cittadini di Junquito, città a 40 minuti da Caracas, fondano Asociación Civil La Perla e l’omonimo Centro Sociale spinti dal desiderio di offrire un contributo concreto per cambiare la società venezuelana. La Perla promuove lo sviluppo integrale delle persone attraverso il dialogo, la pedagogia della reciprocità e i valori offerti dalla fraternità universale.  Nel 2003 ha inizio il progetto di sostegno a distanza in collaborazione con  AFN.

DEFINIZIONE DEL CONTESTO ECONOMICO E SOCIALE

A sette anni dall’inizio della profonda crisi politica ed economica sono diverse le criticità che sta affrontando il Venezuela, ad iniziare dall’imponente crisi migratoria che, secondo le stime delle Nazioni Unite, ha coinvolto circa 6 milioni e mezzo di persone che fuggono dalla mancanza di sicurezza alimentare e dalla violenza. Le politiche sociali ostacolano il funzionamento dei servizi di sussistenza, tra cui frequenti interruzioni di energia elettrica, acqua potabile limitata e mancanza di benzina. La sua popolazione conta circa 33 milioni di abitanti. Le persone che vivono sotto la soglia di povertà sono circa 7 milioni e, di questi, quasi la metà è composta da bambini. I bassi stipendi e lo scarso potere d’acquisto del bolivar determinano la mancanza di accesso al cibo per circa 9 milioni di venezuelani secondo le stime FAO.

 

POSIZIONE GEOGRAFICA

El Junquito è una zona montuosa situata a sud-ovest di Caracas. È una zona molto popolosa e con diversi livelli di urbanizzazione. La maggior parte degli abitanti si trova in zone periferiche situate lungo le alture e caratterizzate da precarietà abitativa. I servizi nella città sono carenti, dal trasporto alle scuole pubbliche. Sul versante dell’istruzione le aule e i servizi igienico-sanitari sono inadeguati e gli insegnanti ricevono uno stipendio minimo mensile. Molto diffuso è il fenomeno dell’abbandono scolastico.

COMPOSIZIONE E STRUTTURA DEL PROGETTO

Il Centro sociale La Perla è composto da due aule, due piccoli uffici per l’amministrazione, una piccola sala per attività ricreative e un grande giardino. Il Consiglio Direttivo è composto da 5 persone che coordinano le attività. Le persone che lavorano al centro quotidianamente sono: 1 coordinatore, 1 assistente amministrativo, 2 insegnanti e 1 addetto alle pulizie e alla manutenzione. Le attività si svolgono dal lunedì al venerdì in un orario compreso tra le 12:00 e le 17:00.

 

ATTIVITÀ E SERVIZI IMPLEMENTATI

  • Progetto alimentare: quotidianamente vengono distribuiti un pranzo e uno spuntino per contribuire alla crescita sana ed equilibrata. L’ora del pranzo diventa poi uno spazio pedagogico dove i bambini, seguiti dalle insegnanti, provano diversi cibi e combinazioni e apprendono il valore nutrizionale degli alimenti. Ogni settimana viene presentato un menù diverso, al fine di rafforzare le sane abitudini alimentari.
  • Progetto compiti mirati: supporto nello svolgimento dei compiti scolastici per bambini che frequentano la scuola elementare (1° – 6° grado). Parte fondamentale del progetto è il rafforzamento scolastico che non si limita al completamento dei compiti, ma in un vero e proprio accompagnamento per migliorare la comprensione dei testi e il ragionamento matematico e logico. Allo stesso tempo ai bambini viene offerta la possibilità di sviluppare nuovi contenuti didattici, dall’arte al teatro delle marionette, fino al canto. Ai bambini con difficoltà di apprendimento, tra cui bambini con sindrome di Asperger, viene offerto supporto psicopedagogico. Ai genitori viene fornito un servizio di orientamento familiare.
  • Progetto Educazione alla Pace: attività con i bambini che mirano a rafforzare le forme di cittadinanza attiva, su temi quali l’amicizia, la condivisione, la solidarietà, il rispetto reciproco che si concretizzano ad es. in visite ai bambini ricoverati, bazar di oggetti usati e lotterie di pacchi viveri, tutto a favore della comunità.

BENEFICIARI

I beneficiari sono 30 bambini di età compresa tra i 5 e i 12 anni. Le famiglie che vengono servite a La Perla, sono tra le più vulnerabili della città, composte da 5-8 membri e dotate di scarse risorse economiche. Alcune vivono in case piccole e isolate. La partecipazione al progetto è fondamentale per questi bambini che, a causa della precarietà economica familiare, non hanno accesso al consumo di proteine, verdura e frutta.

 

AZIONI

  • Sostegno a distanza – SAD

Si tratta di un impegno continuativo a supporto di un programma alimentare, scolastico-formativo e igienico-sanitario rivolto interamente al singolo minore e alla sua famiglia, che rientrano entrambi nel progetto di AFN.

  • Sostegno al progetto – SOP

Si tratta di un impegno continuativo a supporto di un programma alimentare, scolastico-formativo e igienico sanitario rivolto all’intero gruppo dei minori e delle loro famiglie che rientrano nel progetto di AFN.

  • Donazioni

Si tratta di versamenti a cadenza e importo liberi, a supporto di un programma alimentare, scolastico-formativo e igienico sanitario rivolto all’intero gruppo di minori e delle loro famiglie che rientrano nel progetto di AFN.

 

COSA PUOI FARE TU

  • Sostegno a distanza di un minore con impegno minimo annuale di Euro 336,00;

Causale “Nuovo SAD Venezuela” e nei successivi versamenti “rinnovo SAD Venezuela”

  • Sostegno al progetto con impegno minimo annuale di Euro 336,00;

Causale “Nuovo SOP Venezuela” e nei successivi versamenti “rinnovo SOP Venezuela”

  • Donazioni – Causale “Donazione progetto Venezuela

AGGIORNAMENTI SUL PROGETTO: