Azione Famiglie Nuove

Burundi

Il progetto di Sostegno a Distanza “4BUBU-Burundi-Bujumbura” è portato avanti dall’ONG “CASOBU” all’interno del Centro sociale Chiara Luce, situato nel quartiere Kinama, a nord della capitale del Burundi, Bujumbura. Si tratta di un’area fortemente colpita dalle cicliche crisi politiche e sociali che sconvolgono il paese da quando ha acquisito l’indipendenza nel 1962.

Natale 2023 col Burundi!

Il collegamento del 25 ottobre  ci ha permesso di conoscere e sentire vicina la comunità del centro Chiara Luce in Burundi. Da qui è partita l’azione natalizia in sostegno dei bambini e delle famiglie del posto. Ti unisci a noi?

Puoi sostenere a distanza un bambino di cui riceverai periodicamente notizie o effettuare una donazione libera e sostenere l’intero progetto.

Fai anche tu la tua parte: questo Natale la famiglia si apre al mondo! Tra qualche mese ti aspettiamo di nuovo online per raccontarti gli sviluppi.

I numerosi conflitti hanno devastato le infrastrutture, moltiplicato gli orfani e la povertà. In particolare, a Kinama mancano gli ospedali, e le scuole non sono sufficienti né adeguate per tutti i minori; la maggior parte delle strade non è pavimentata, l’acqua non è canalizzata e i cittadini sono costretti ad approvvigionarsi negli acquedotti pubblici. La disoccupazione è tale che spesso le famiglie non solo non possono pagare le spese scolastiche, ma persino mangiano una volta sola al giorno.
Fondato nel 2009, il centro Chiara Luce è una struttura che comprende 1 biblioteca, 1 ufficio, 1 cucina, 2 bagni e 6 aule. I corsi di doposcuola (rafforzamento scolastico) si svolgono ogni giorno, mattina e pomeriggio ed i bambini sono divisi per classe che vanno dalla scuola materna alla primaria, dalla 1° alla 9° classe. I bambini del Centro ricevono un pasto caldo e le uniformi; quando serve si acquistano per loro anche delle scarpe.

 

Lavorano nella struttura: 4 tutor, un addetto alla logistica, un contabile, un’assistente psicosociale, un operatore sul campo e una referente che allo stesso tempo è anche la coordinatrice del progetto. Inoltre, ci sono un guardiano durante il giorno e due vigilanti durante la notte.

L’assistenza medica è estesa a tutti i bambini inseriti nel programma SAD e si svolge nel centro salute accanto, gestito dalle suore.
Ad oggi il centro accoglie circa 168 minori nel centro e 50 famiglie fuori dal centro con alimentazione, vestiario e cure mediche oltre che per la scolarizzazione e alcuni di loro sono arrivati fino al diploma universitario.

AGGIORNAMENTI SUL PROGETTO: