Azione Famiglie Nuove
What are you doing for children?

What are you doing for children?

La dott.sa Vinu Aram e una delegazione del progetto Shanti Ashram incontrano AFN presso il Centro Mariapoli a Castelgandolfo.

A distanza di un anno e mezzo dall’occasione precedente tenutasi nello stesso luogo nel novembre 2022, il dialogo va avanti rafforzando una partnership valoriale e operativa che perdura da 26 anni. Oltre a momenti di scambio e di spontanea amicizia, il confronto è anche teso a approfondire l’impatto delle azioni portate avanti grazie all’impegno comune volto ad assicurare condizioni più dignitose ai bambini di numerosi villaggi di Coimbatore nello Stato del Tamil Nadu in India.

Deepa, referente locale per il progetto di sostegno a distanza, ci parla di quanto realizzato per arginare le conseguenze del Covid: “I bambini nati in quel periodo li chiamano Covid babies e portano ancora molti segni della pandemia. I genitori erano rimasti senza lavoro. Nelle famiglie non c’era abbastanza da mangiare, tantomeno potevano permettersi collegamenti internet per la scuola online. L’educazione stava subendo un forte arresto. La scuola è stata chiusa per 560 giorni. Abbiamo potuto offrire  un pacchetto internet per seguire le lezioni. E poi questi bambini accusavano anche problemi psicologico relazionali. Tanti hanno perso i parenti per il Covid. Erano sempre in casa, non potevano uscire. Li abbiamo aiutati ad andare avanti psicologicamente e poi anche a farli tornare a scuola. Non è stato facile, ma abbiamo potuto fare un grande lavoro assicurando nutrizione, educazione, mental help e vaccini”.  

La pandemia ha rappresentato un arresto dell’alfabetizzazione e  Vinu Aram, presidente dell’Organizzazione Gandhiana Internazionale di Sviluppo fondata nel 1986 dai suoi genitori Dr. M. Aram e Mrs. Minoti Aram, ricorda quella sfida lanciata nel 2022: raggiungere in un anno attraverso il progetto 100mila bambini dei villaggi più arretrati. “Grazie all’aiuto di tutti voi ce l’abbiamo fatta! Nel 2022 abbiamo accompagnato 108mila bambini, che sono divenuti 115mila nell’ultimo anno!”. Afferma Vinu. –  E’ stato importante fare tesoro di tutto quello che si è imparato durante il Covid, continua, per non dimenticare le conseguenze che ancora si ripercuotono in tante parti del mondo. I conflitti che stiamo vivendo, la fame e la povertà, le risorse non equamente distribuite, chiedono la necessità di dialogare e cooperare. “Come ho imparato dai miei genitori e da Chiara Lubich: bisogna ancorarsi a valori saldi per prendersi cura degli altri ed essere primi ad amare. Vi ringrazio perché siete stati continuativi nella collaborazione per il progetto ed è una collaborazione molto bella; avete potuto aumentare il numero dei bambini sostenuti a distanza, poiché tanti sono quelli in lista di attesa”.

Vijay del team del progetto ci racconta che le famiglie hanno vissuto molte sfide economiche dopo la pandemia, in particolare quelle del programma Sudar mirato a migliorare la vita dei minori affetti da HIV/AIDS e creare un modello di cura e sostegno incentrato sulla comunità. “Le difficoltà di queste persone sono accentuate dalle conseguenze della malattia e dalla discriminazione. Inoltre vivendo in locali in affitto abitati da 10-12 persone, puntualmente dopo un anno dovevano lasciare casa e traslocare. Grazie al progetto “Sustainable housing solutions”, 30 famiglie (di cui 12 hanno beneficiato del supporto di AFN) hanno potuto ricevere una casa. Questo progetto housing, ormai concluso, ha potuto garantire loro in collaborazione con il Governo, e con l’aiuto di Shanti Ashram e AFN, una stabilità a livello abitativo. Non è facile dire a parole cosa abbia significato per loro. Una nonna pensando ai suoi nipoti orfani di genitori diceva: ora posso dormire in pace perché i miei ragazzi hanno dove stare. Siamo grati per quanto avete fatto! – ripeteva nel mostrare il poster con alcune foto di quando le persone sono entrate nelle case. Questo progetto, apprezzato molto dal sindaco di Coimbatore, è un’opportunità e un modello per tutta la società.”

Vinu Aram torna a lanciare il suo appello per un futuro sostenibile: “Serve fare un passo in più per i bambini! L’ho detto al governo indiano, al Forum economico di Davos, a Coimbatore davanti al Sindaco. E continuo a dirlo a tutti: Cosa fate per i bambini?”, operando ogni giorno per assicurare nutrizione, educazione e assistenza sanitaria ai più piccoli. Quattro, secondo Vinu, le parole chiave che in inglese cominciano con la lettera C: Competence, Compassion, Committment, Community. Professionalità, amore, impegno, comunità sono una pietra angolare: è ciò che porta le persone a realizzare insieme programmi e servizi funzionali per il bene comune, per i bambini che sono il nostro domani e per la società intera.  

Scopri il progetto Shanti Ashram CLICCA QUI