Azione Famiglie Nuove
Valutare l’impatto sociale del Sostegno a Distanza: il progetto Pedreira di Azione Famiglie Nuove

Valutare l’impatto sociale del Sostegno a Distanza: il progetto Pedreira di Azione Famiglie Nuove

Venerdì 22 marzo Sara Felici, dell’ Ufficio di Sostegno a Distanza di AFN, ha discusso la tesi di Master di II livello in Analisi e Valutazione di Impatto Sociale presso il Dipartimento di Scienze Sociali dell’Università Federico II.

La tesi, dal titolo “Valutare l’impatto sociale del Sostegno a Distanza: il progetto Pedreira di Azione Famiglie Nuove”, ha proposto un approfondimento sugli approcci partecipati alla valutazione e su come essi possano essere applicati al Sostegno a Distanza, analizzandone i meccanismi e giungendo a conclusioni rappresentative delle percezioni di tutti gli attori coinvolti: bambini, ex beneficiari, famiglie, operatori del progetto, referente locale. Ha elaborato una “teoria del cambiamento” utile ad esplicitare i meccanismi del Sostegno a Distanza e le strategie messe in campo nel progetto Pedreira per raggiungere l’obiettivo di contrastare l’emarginazione sociale dei bambini e delle famiglie vulnerabili inseriti nel progetto realizzato da AFAGO-SP, nel distretto omonimo della città di San Paolo in Brasile, grazie al supporto della comunità locale e la collaborazione con AFN.

“La partecipazione al Master in Analisi e Valutazione di Impatto Sociale ha costituito, a livello personale, un’opportunità di crescita professionale per quanto riguarda le mie conoscenze e competenze nell’ambito della valutazione di impatto sociale” – ha detto Sara aggiornando lo staff di AFN in merito al suo percorso di studio e lavoro di tesi. –  “Sicuramente l’opportunità più grande è stata data dal fatto che ho potuto svolgere concretamente un progetto di ricerca contando sull’accompagnamento di docenti del settore e quindi poter costruire uno studio basato su procedure rigorose e di poter giungere a risultati che appoggiano su dati oggettivi e verificabili”.

Un’opportunità anche per AFN la partecipazione di una risorsa del settore SAD che ha potuto dedicarsi a tale studio: “Mentre è diffusa la cultura della valutazione di impatto a livello di politiche pubbliche, – spiega Sara – nella cooperazione internazionale è sempre più importante attenzionare quali siano i cambiamenti desiderati e percepiti dai partecipanti al progetto e coinvolgerli nella progettazione degli interventi in modo che questi non siano costruiti esternamente alle comunità e quindi calati dall’alto: tale processo di co-costruzione viene facilitato proprio dalla valutazione partecipata.

Penso che in questo momento in cui la valutazione di impatto è un ambito sempre più discusso a livello di rapporti con i sostenitori, con i finanziatori, con le istituzioni, avere investito su una risorsa in questo senso è un fattore di pregio. La possibilità di effettuare una tesi sul progetto di ricerca su un progetto di sostegno a distanza di AFN è stata in definitiva una grande scoperta per me, un percorso di crescita continuo, perché nonostante siano sette anni che lavoro nel  Sostegno a Distanza, questo studio mi ha dato l’opportunità di approfondire meccanismi che comunque non avevo rilevato nella pratica del lavoro amministrativo. Mi ha permesso quindi – conclude Sara – di entrare nello specifico della comunità di Pedreira e del lavoro portato avanti dagli operatori locali e giungere quindi anche a conclusioni inaspettate rispetto a quelle che erano le mie premesse. Grazie al Master ho acquisito delle conoscenze rispetto ai diversi approcci e le diverse tecniche che sono più adatte ad essere utilizzate in determinati contesti rispetto ad altri e credo che questo possa essere un vantaggio per le future ricerche che sono di interesse per AFN, non solo riguardo l’impatto dei progetti, ma più in generale riguardo l’ impatto del sostegno a distanza in tutta la rete di relazioni che lega i vari attori coinvolti: i sostenitori, le controparti locali e le comunità in Italia e all’estero”.